Segui aleefedeit su Twitter

Grande classico: Spaghetti con le vongole

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Articolo letto 3876 volta/e


Grande classico: Spaghetti con le vongole

Oramai, a causa del meteo inclemente, l’argomento preponderante di questo blog sembra essere diventato la cucina… In attesa di tempi migliori vi propongo un grande classico, veloce e semplice da preparare e al tempo stesso ottimo: gli spaghetti con le vongole !

INGREDIENTI:

  • 500gr. di vongole fresche (la differenza di sapore con quelle congelate è ABISSALE)
  • Spaghetti (o vermicelli o altra pasta lunga a piacere)
  • Aglio
  • Pomodorini (datterini o ciliegini)
  • Prezzemolo
  • Olio EVO
  • Sale & pepe & origano & prezzemolo
  • Vino bianco secco

La prima operazione da fare è quella di spurgare le vongole dalla sabbia. Per questo vanno messe in un contenitore pieno di acqua salata per alcune ore, cambiando di tanto in tanto l’acqua in modo da rimuovere i granelli di sabbia espulsi.

Far imbiondire l’aglio tagliato a pezzetti in una padella con un filo d’olio. A piacere potete aggiungere un po’ di peperoncino.

A fiamma vivace, aggiungere le vongole scolate, un po’ di vino bianco, chiudere con un coperchio ed attendere qualche minuto fintanto che tutti i molluschi non si sono aperti.

Togliere le vongole dal fuoco ed estrarre i molluschi dai gusci, lasciandone qualcuna per un tocco decorativo al momento di impiattare. Nel frattempo buttare la pasta in acqua salata e mettere in padella i pomodorini tagliati a fette con un filo d’olio e un po’ del liquido di cottura delle vongole filtrato con un colino in modo da eliminare eventuali residui di sabbia. Regolare di sale e pepe e origano.

Scolare la pasta al dente, saltarla in padella con il pomodoro, le vongole e abbondante prezzemolo fresco tritato e impiattare il tutto. Accompagnare il piatto con un buon vino bianco e buon appetito !

This entry was posted on domenica, gennaio 30th, 2011 at 14:32 and is filed under Ricette. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Lascia un commento