Segui aleefedeit su Twitter

I primi 100 km con la Renault Twizy

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (18 votes, average: 4,11 out of 5)
Loading...

Articolo letto 78553 volta/e


renault twizy consegnata

Giovedì 3 maggio è avvenuta la tanto agognata consegna da parte della concessionaria Renault di Pontetetto (LU) della nostra Renault Twizy ! Finalmente possiamo provarla su strada, nel traffico quotidiano e vedere l’effetto che fa 🙂

renault twizy sospensioni

Fin da subito l’esperienza è stata molto positiva e naturale. Nessun complesso di inferorità o sensazione di impaccio, anzi. La risposta dell’acceleratore è pronta e decisa e in pochi secondi il display digitale del cruscotto visualizza velocità analoghe a quelle tenute abitualmente con una normale autovettura. Fino a 60-70 km/h l’accelerazione è sostenuta e costante, poi c’è una lieve flessione fino a 80-85km/h. A questo punto credo che intervenga una sorta di limitatore che taglia l’energia al motore elettrico: l’impressione è che questo piccolo quadriciclo possa arrivare ancora più su.

renault twizy interni

La Twizy ci è stata consegnata con il “pieno” e ne approfitto per fare qualche giro tra lavoro e amici! Impossibile non dare nell’occhio: addirittura alcune macchine accostano e si fanno sorpassare quando vedono negli specchietti questo strano veicolo… La sera ne approfittiamo per andare a cena dai suoceri e testarla con il buio. Le luci anabbaglianti anteriori sono analoghe ad una comune utilitaria e non c’è alcuna limitazione o impedimento. Il conducente, in posizione anteriore, è completamente riparato dalla corrente d’aria d’avanzamento; il passeggero posteriore invece è un po’ investito dal flusso d’aria, ma niente di particolarmente fastidioso: una felpa è più che sufficiente in questo umido e fresco mese di maggio.

renault twizy posteriore

Nel weekend i “giri di rappresentanza” continuano qua e là e in questo modo si macinano chilometri e si apprezzano le doti ciclistiche della Twizy che è veramente divertente da guidare nel misto e nelle belle stradine delle colline capannoresi. Nessuna difficoltà in salita e discesa, casomai l’assetto molto rigido trasmette nell’abitacolo tutte le asperità e le buche del fondo stradale in maniera netta e fin troppo decisa.

renault twizy parcheggio

Il display del cruscotto visualizza la carica residua della batteria e i chilometri di autonomia stimata sulla base dello stile di guida tenuto di recente. A casa abbiamo una comune presa elettrica dove possiamo provare una delle peculiarità di questo veicolo: la ricarica ! Un vano presente sull’anteriore nasconde una prolunga e una spina trifase che, tramite un adattatore fornito da Renault, consente la ricarica della batteria. Non ci sono limitazioni per quanto riguarda modi e tempi della ricarica, è possibile caricare solo parzialmente piuttosto che in maniera totale e non è necessario attendere che la batteria sia completamente scarica.

renault twizy ricarica

La ricarica totale, dallo 0 al 100%, avviene in circa 3,30h. L’assorbimento di energia massimo in questa fase è di 13A, per cui un normale contratto privato da 3Kw è più che sufficiente per soddisfare questa procedura.

renault twizy spina elettrica

In fase di ricarica il display visualizza la percentuale di caricamento in tempo reale.

renault twizy cruscotto

La giornata di domenica è grigia e piovosa. Ale, mia moglie, utilizza la Twizy per andare in palestra proprio nel momento in cui la pioggia normale diventa un fastidioso acquazzone primaverile. Incuriosito, provo a telefonarle per sapere come è andata e mi stupisco quando mi risponde che non si è bagnata neanche un po’ ! Solo la borsa da palestra, posizionata sul sedile posteriore, è stata raggiunta dagli schizzi di pioggia durante il tragitto (circa 6-7 km).

renault twizy brutto tempo

Il veicolo rimane sotto la pioggia battente per un paio di ore e, al momento di ripartire, una passata con un panno per asciugare eventuali sedili bagnati e si è pronti per il ritorno a casa. Il comportamento sul fondo stradale bagnato è sicuro come quello di un’autovettura comune nonostante la trazione posteriore.

Ad oggi sono stati percorsi circa 150km assolutamente positivi e privi di brutte sorprese! Mano a mano che prenderemo confidenza con la Renault Twizy posteremo sul blog le nostre “avventure”: tornate a visitarci e se avete domande chiedete pure!

 

This entry was posted on domenica, maggio 6th, 2012 at 16:03 and is filed under Aleefede's Blog, News, Twizy. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

81 Responses to “I primi 100 km con la Renault Twizy”

  1. Max ha detto:

    Prova fatta, ma niente pioggia. Confermo tutte le impressioni, divertentissima da guidare, più dinamica dei motori termici. Confermo anche la rigidità e i colpi nelle buche. Renault è stata furba a organizzare queste prove, perchè si fa un sacco di pubblicità gratuita! A parte che tutti ti guardano e ti additano quando passi, chiunque ti conosca ti chiede informazioni, sono andato a prendere mio figlio all’asilo, e i genitori e le maestre hanno fatto mille domande, e tutti i bambini hanno chiesto ai genitori di comprarne una! Stessa cosa a lavoro, i colleghi che hanno finito il turno con me hanno voluto salirci, hanno chiesto come si ricarica, quanta strada fa ecc..

  2. Mallo2011 ha detto:

    Ciao,
    anch’io sono stato colpito dal “colpo di fulmine” per la Twizy. Ma sto incontrando grossi problemi per ottenere un preventivo per l’assicurazione RCA. Su internet leggo che dovrebbe aggirarsi sui 300 €uro l’anno, mentre nella mia Città (Ventimiglia) mi hanno fatto preventivi che partono da € 650 ed arrivano a quasi 800 €uro. Da qualche parte ho anche letto di tariffe scontate per le auto elettriche, ma non sono riuscito a trovarle nè online nè in agenzia.
    Tu quanto paghi di RCA? Sai darmi qualche suggerimento per ottenere un prezzo più conveniente?
    Grazie, Mallo2011

  3. admin ha detto:

    Io pago 300 euro di RCA + 240 di furto/incendio/atti vandalici/batteria. L’RCA l’ho fatta con INA Assitalia (ma anche Zurich aveva prezzi simili), mentre il resto con Renault. Anche io mi ero sentito emarginato durante i primi giri per assicurazioni, poi finalmente ho trovato qualcuno preparato. In bocca al lupo !

  4. Liberato ha detto:

    Ciao a tutti, confermo innanzitutto le splendide sensazioni che ho nel guidare il mio twizy 45 ad Udine ( 1300 km in un mese ) e vorrei lasciare un post di riferimento assicurativo:
    RCA 111€ con Italiana Assicurazioni e 174 € furto ecc. Con Renault. Alla prossima.

  5. Liberato ha detto:

    Ho appena letto i post precedenti e in merito Racconto il mio twizy 45 pensiero.
    Come prima cosa penso che ognuno di noi deve capire quale e’ il proprio stile di mobilita’ quotidiano ed in relazione a ciò avere un mezzo adeguato.
    Il mio stile :
    – lavoro nel centro storico di Udine a 6 km da casa e parcheggio sempre nella ztl stalli moto.
    – supermercati e centri commerciali nel raggio di 6 -10 km per la piccola spesa.
    – casa dell’acqua a 4 km
    – attività ludiche e scolastiche dei miei figli ( 14 e 16 anni )nel raggio di 6 – 8 km
    – sono fotovoltaico da 4 anni
    – con 750 € di noleggio batterie faccio 15.000 km ( con la mia auto (17km al litro) ce ne vorrebbero 1500 )
    – ho una sola auto da dieci anni ( i costi di manutenzione e di usura si sono dimezzati )
    – anche mia moglie da due anni ha un quadriciclo elettrico italiano, il Biro’ e lavora in centro anche lei.
    In dieci anni oltre l’auto ho avuto la vespa 50, lo scooter Bonelli coperto, il Biro, il Twizy.
    Spero che la mia esperienza serva per un ulteriore punto di riferimento.
    Un saluto a tutti.

  6. gabriele ha detto:

    io con genialloyd pago 207 eruo l anno e premetto che sono in 14° classe e sono di novara, per me e la migliore… se poii voglio aggiunger e firto ed incendio si arriva a 323 euro in totale

  7. greencarsmilano ha detto:

    buongiorno a tutti gli amanti del twizy come noi che vendiamo i veicoli elettrici.
    Per chi fosse interessato ma credo tutti i possessori di twizy,abbiamo progettato e prodotto un kit.vetri laterali per la protezione contro pioggia vento efreddo,se mi scrivete vi invio foto e costi.
    Cordiali Saluti.

  8. Maurizio ha detto:

    Salve,
    ho acquistato la 80, sono contento delle prestazioni, oggi ho provato a rischiare spngendomi più in la dei chilometri dichiarati di autonomia… Mi sono “equipaggiato” con prolunga di corrente di 20 m che mi è servita per “attaccarmi” ad un bar sulla strada e mentre prendevo un paio di caffè… l’ho messa in ricarica.
    La sorpresa, scattava continuamente la corrente! Proprio qui ho letto l’assorbimento in ricarica!!!! Circa 13A calcolati!!! ma allora i costi di ricarica non sono più quelli di chiarati dal concessionario dove ho acquistato la Twizy (circa 98 cent)! con 3 KW in 4 ore di ricarica i novantotto centesimi si sballano alla grande!!!
    C’è qualcuno che sa qualcosa in merito?
    Grazie

  9. Roberto ha detto:

    La domanda di Maurizio me la sono fatta anch’io. Dopo circa 5000 km con la Twizy ho provato a calcolare i costi in bolletta. Cosa non facile visto che ho anche 3 kw di pannelli.
    Comunque per ogni ricarica (faccio sui 60 – 65 km in media) mi viene un costo di 0,65 €
    Credo che almeno il 50% vista la stagione (ho considerato i 4 mesi tra maggio e agosto) mi venga direttamente dai miei pannelli e quindi siamo su 1,30 – 1.40 € a ricarica.
    Se qualcuno ha info più precise si faccia vivo!!

    Ciao

  10. jumpjack ha detto:

    Gabriele, riusciresti a fare un video che riprende il cruscotto mentre fai una prova di accelerazione da 0 a 45?

    Per gli altri: la Generali e’ la compagnia che mi fa la tariffa piu bassa per il mio scooter elettrico 125cc-equivalente: 280 euro.
    La faccende del “meta’ prezzo” eraobbligatoria tanti anni fa, ora purtroppo e’ solo facoltativa!
    http://win98.altervista.org/scooter/leggi-simple.html

    Il mio diario elettrico:
    http://jumpjack.wordpress.com/2012/05/20/indice-diario-elettrico-scooter-zem-star-45/

    Una possibile alternativa alla Twizy?
    http://www.mymotostore.it/mamicar-3-posti.html

  11. admin ha detto:

    Ci provo. A breve vorrei pubblicare un nuovo articolo per riassumere le impressioni dopo i primi 3000 km. Ciao.

  12. Andrea ha detto:

    Ciao, anch’io possessore da poco di una Technic 80, trovata usata dopo i test estivi.. per ora vado alla grande! Come ass.ne mi hanno trattato molto bene quelli della Milano, anche perchè con la Bersani ci ho portato sopra la CU della moto. Mi piacerebbe vedere ingrandire la rete dei twizisty anche se a Bologna ce n’è davvero pochi ancora..

  13. jumpjack ha detto:

    News sul filmato? 🙂

  14. admin ha detto:

    In progress… ^_^ Faccio una promessa che spero di mantenere: entro fine mese.

  15. Alfonso ha detto:

    salve, sono di Sorrento in provincia di Napoli, la mia twizy 80 dopo 3000 km mi ha abbandonato, non ricarica più le batterie, è da un mese alla concessionaria smontata in mille pezzi, sottoposta anche a controllo dalla commissione Renault di Roma e non riescono a trovare il problema, sono in attesa della commissione dalla Francia per capire il da farsi, nel frattempo io pago il noleggio della batteria, ma devo ritenemi fortunato perchè pago solo 1200,00 ogni anno per la copertura assicurativa. Mi viene da ridere perchè un mio amico con una maserati con oltre 400 cavalli in germania paga furto ed incendio circa 800 annui. VIVA L’ITALIA

  16. admin ha detto:

    Ciao Alfonso, mi spiace x la tua Twizy. Strano che non riescano a trovare la soluzione a un problema del genere, non possono sostituire direttamente il pacco batterie? Tienici informati. Buona fortuna!

  17. Claudia Ciarambino ha detto:

    Tornando al problema iniziale della pioggia: abbiamo acquistato una Twizy color 45 usata, già dotata di finestrini. Fantastico il fatto di non avere schizzi di pioggia neanche dietro e non avere spifferi di freddo nonostante la neve di questi giorni; il finestrino però sta già cedendo, dopo solo 15 giorni di utilizzo: si sta tagliando la plastichetta dietro. Costano una follia e il fatto che si taglino così facilmente mi fa un po’arrabbiare. Così come mi fa un po’arrabbiare il dover chiedere scusa a tutto il condominio per i continui black out nei box degli ultimi giorni, fintanto che l’elettrcista non provvederà -a nostre spese- ad aumentare la potenza erogabile. Confermo: non è solo un misero Kw, ma è sicuramente di più! Il concessionario aveva negato grandemente, ma non è così! E dopo aver penato giorni per avere un’assicurazione con un preventivo degno di questo nome, anche black out e plastichetta che si rompe non sono gradite sorprese. La guida è sicuramente la parte migliore: divertente e dinamica. La 45 è guidabile col patentino e ho smesso di fare la taxista a mio figlio per tutto il giorno (scuola, attività sportive, amici, studio… ecc ecc) e mi sento molto più tranquilla come sicurezza e stabilità rispetto a saperlo in giro con motorini o trabiccoli a benzina. I lati positivi ci sono ma… che fatica, però! Claudia

  18. Roberto ha detto:

    Federico, invece di quel brutto doppio adattatore elettrico che vedo in foto, ti converrebbe smontare la presa italiana e montartene una in standard industriale (IEC 309, lo stesso della Twizy). Le trovi per pochi euro da un qualsiasi distributore di materiale elettrico.
    Sto parlando del 230V 2P+T a base rotonda blu con coperchio di protezione IP44. Il montaggio è banale, ma ricordati di staccare la corrente!

  19. admin ha detto:

    Ottima idea, prossimamente credo proprio che lo farò.

  20. brigante bianconero ha detto:

    Ecco la mia esperienza fino ad ora con TWIZY 80 acquistata il 28 giugno 2012 e ad oggi 1 febbraio 2013 percorsi 12890 KM.
    TIPO DI PERCORSO : considerando che abito in collina a circa 400m/lm e lavoro in città 17m/lm sono stati fatti TUTTI in saliscendi. L’autonomia in queste condizioni , per la mia esperienza, è di circa 60Km ,il tempo di ricarica totale è circa 3.30 ore e l’assorbimento è 7 KW. La tenuta di strada è ottima sia sul bagnato che sull’asciutto, scarsa con strada coperta di brina inesistente con neve (sono stato fermo 3 giorni perchè sgommava come una matta). Molti Km avendo un locale pubblico li ho effettuati di notte e devo dire che la fanaleria è veramente eccellente, unica nota dolente aumentano i consumi di circa6-8 %

  21. brigante bianconero ha detto:

    Continuo post precedente
    Ho notato un elevato consumo della ruota posteriore forse dovuto a diversi tornanti che ho dovuto affrontare a “manetta”.Ho montato i finestrini morbidi chiudano benissimo (non ermetico) ma a mio avviso molto scomodi sia per salire che per scendere, credo che il prossimo anno montero i rigidi. Accetto consigli. A breve farò un resoconto preciso sui consumi ciao

  22. alessandro ha detto:

    ciao, ho la twizy da fine maggio 2012. ad oggi ho percorso circa 6.300 km. Sono di Roma e principalmente l’utilizzo che ne faccio è in città.a settembre scorso ho montato i finestrini rigidi che l’hanno resa più vivibile, ma che toglierò all’arrivo dei primi caldi. Dire che è fantastica è poco. Con il mio piede vellutato gli 80 km li supero senza grosse difficoltà, diciamo che ogni tacchetta di batteria sono per me 8 km circa. la tenuta è ottima, ma sul bagnato sono molto cauto, perché vengo da 20 anni di auto con l’abs, e non vorrei trovarmi impreparato all’ occorrenza. Lavoro al centro storico, a maggio fui il pioniere, da allora ne ho fatte vendere 4 alla renault, e nel raggio di 300 metri se ne contano 8/9 esemplari. Comunque è fantastica…. ciao

  23. brigante bianconero ha detto:

    Ciao alessandro non preoccuparti della tenuta sul bagnato che come dicevo nel post precedente io l’ho testata veramente bene e anche oggi che piove non ci sono problemi. Per i consumi ho uno strumento che indica i Kw consumati e a circa 10000 km li ho registrati per un mese (circa 1600 km) e per il tipo di percorso che faccio io (ripeto abito in collina) è di circa 1 kw ogni 10 km poi francamente resta da capire il prezzo al kw perchè le compagnie dicano circa 0,11 euro/kw ma se dividi il costo della bolletta per i kw consumati vedrai che sorpresa.Comunque a breve scriverò tutti icosti/consumi solo per fare un pò di chiarezza.
    brigante bianconero

  24. Alessandro ha detto:

    Ciao a tutti! Sono nuovo qui, e sono andato proprio stamattina a provare la Twizy 45. Io veramente sarei orientato nella 80, più che altro perchè a volte ho tratti un po’ più lunghi ed a 45 orari… mi diventa un casino. la mia è un’attività postale. circa 70/80 km alk giorno, ma non tutti tirati. c’è la pausa x il pranzo. mi hanno sconsigliato le porte, ma secondo me riparano. io ho provato quella senza portiere, e non è male… Qualche dritta? grazie a tutti ! Ale

  25. Twizyman ha detto:

    La mia Twizy si è rotta ben tre volte nel giro di 17 mesi, inoltre dopo averla venduta mi hanno addebitato 394 euro fra chiusura del contratto di noleggio batterie e bilancio kilometrico anche se sono stato al di sotto dei km che dovevo percorrere come firmato nel contratto. La concessionaria Nuovacomauto di Pistoia e Firenze non mi aveva informato che se il veicolo si vende prima dei 48 mesi ci si ritrova a pagare queste cifre per rivenderla, vergognatevi. Ah e quando si arriva a rivenderla e’ un casino perché bisogna noi far firmare il contratto di affitto ai nuovi proprietari e girarlo per fax alla es mobility…io ho impiegato sei mesi per trovare un concessionario che me la comprasse (il 95 % non la vuole nemmeno ritirare), pagata 8.000 euro rivenduta a 4.000 euro con 12.000 km percorsi in 17 mesi…si svaluta molto più di qualsiasi mezzo, senza parlare dei pezzi di ricambio e dei pneumatici che costano sui 300 euro….e poi tutta una serie di disavventure anche con l’assistenza renault che a mio avviso e’ davvero pessima (non sto a scrivervi tutto senno’ potrei farci un poema). Mai più una Renault….

  26. massimo.b ha detto:

    salve io sono di bologna e vorrei comprare una twizy, il coccessionario Renault
    mi ha detto che l’affitto delle batterie è di 30 euro x 10,000 km ,
    ma quello che voglio chiedere si fa il tagliando alla twizy è quanto costa?
    anche se è un motore eletrico è pur sempre un motore e poi ha delle spazzole che fanno
    girare la corrente? grazie a tutti

  27. Camilla ha detto:

    Vi chiedo una mano, dopo una trilogia per avere twizy45 (5mesi), forse ci siamo. L unico neo è’ per la ricarica vi spiego: vivendo in condominio ho una presa normale nel garage…posso ricaricare da lì come mi ha sempre assicurato il venditore o devo aumentare la potenza del contatore a 3kv per forza?Aiutatemi se potete!!!!!!

  28. admin ha detto:

    Ciao, noi non abbiamo cambiato contatore, quello standard da 3,5kw è più che sufficiente. Ovvio che, mentre ricarichi, non puoi accendere forno, aciugacapelli, ecc. ecc. La ricarica dovrebbe assorbire circa 2kw.

  29. Francesco ha detto:

    buongiorno
    Ho intenzione di acquistare una Twizy 80 con finestrini.
    Il tratto che avrei intenzione di percorrere sono 40km andata e 40 km ritorno…ovvero Pavia - Milano. Qualcuno ha già fatto esperienze simili di km fatti col Twizy?..mi piacerebbe sapere anche il costo complessivo…di consumo.
    Grazie

Lascia un commento