Segui aleefedeit su Twitter

Serata solitaria alle pendici di Monte Croce

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Articolo letto 5302 volta/e


Serata solitaria alle pendici di Monte Croce

Lo scorso fine settimana ho tentato un’uscita solitaria sulle Apuane Meridionali con lo scopo di fotografare la parete sud della Pania della Croce illuminata dalla luce della Luna. Aiutandomi con Google Earth ho pianificato il seguente punto di osservazione:

google earth monte croce

Durante il tragitto di avvicinamento con la macchina ho incontrato alcuni imprevisti (rami sulla strada) che hanno rallentato la mia tabella di marcia. Arrivato a Palagnana ho raccattato tutto il materiale fotografico e sono partito quasi di corsa su per il bosco, conscio che purtroppo lo spettacolo del tramonto era già iniziato.

In una ventina di minuti si raggiunge Il Termine – Colle delle Baldorie, punto incrocio di più sentieri. Da qui ho preso il sentiero 108 che percorre il crinale in direzione Ovest fino alle pendici di Monte Croce (10-15 minuti) dove finalmente si esce dal bosco e si incontrano vaste praterie erbose. Verso Nord la Pania della Croce e Monte Corchia erano illuminati dagli ultimi infuocati raggi di sole, uno spettacolo bellissimo a cui sono giunto colpevolmente in ritardo e del quale ho ottenuto solo questa frettolosa inquadratura:

pania croce corchia tramonto

Inoltre ho subito capito che il mio piano stava velocemente naufragando: il punto di osservazione scelto si è dimostrato esposto ad un fortissimo vento di maestrale contro il quale era persino difficile cercare di mantenere fermo il cavalletto. Abbinato a questo la temperatura rigida ha messo a dura prova l’abbigliamento tecnico con cui ho effettuato quest’uscita.

Verso est la luna iniziava il suo arco in cielo, sempre più luminosa, in un’atmosfera dai tenui color pastello molto bella e tipicamente invernale:

luna gelida inverno apuane

In breve il tramonto si è trasformato in crepuscolo regalando uno spettacolo di colori a cui è sempre meraviglioso aver la fortuna di assistere:

crepuscolo apuane colori

Ho resistito riparato dal tronco dell’albero ritratto nella silhouette qui sopra per altri quaranta minuti prima di alzare bandiera bianca e riconoscere gli onori della vittoria alla natura. Purtroppo avrei dovuto attendere ancora un po’ prima di avere le tenebre della notte ed iniziare il lavoro per cui ero giunto fin lì, magari condito da uno startrail di almeno 40 minuti, ma ho preferito rimandare questo progetto ad una prossima avventura.

Il ritorno è avvenuto lungo il medesimo percorso dell’andata, aiutato dalla luce della lampadina frontale. Percorrere in solitaria il bosco di notte è un’esperienza molto forte !

Allego in questa galleria le (poche) immagini salvate, fiducioso che entro qualche settimana verranno completate da una seconda e più produttiva sessione:

This entry was posted on sabato, gennaio 14th, 2012 at 15:17 and is filed under Gallerie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

One Response to “Serata solitaria alle pendici di Monte Croce”

  1. Francesco ha detto:

    Bell’articolo. A vedere la bella luce intensa sulla parete delle Pania mi vien da pensare che bisognerebbe provare a fotografare le pareti delle apuane al tromonto dal versante versiliese.

Lascia un commento