Segui aleefedeit su Twitter

Tierra Dorada: Selvaggia Fuerteventura

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Articolo letto 7550 volta/e


Tierra Dorada: Selvaggia Fuerteventura

Ormai dopo diversi giorni di ambientamento ci siamo adattati e anche un po’ infatuati di Fuerteventura, dei suoi colori, della natura selvaggia e ancora preservata al turismo di massa. Scrivendone ora provo un po’ di nostalgia, fuori piove e fa freddo mentre in quel paradiso tropicale distante 3h 30′ di aereo probabilmente la sera si esce ancora in pantaloncini, ciabatte e maglietta, al massimo una felpa sulle spalle se tira vento…

La giornata che vado a descrivere l’abbiamo trascorsa interamente sulla spiaggia di Tierra Dorada, non distante da Jandia e dal nostro albergo, ancora nel sud dell’isola.

Dopo una ventina di minuti di superstrada, traffico praticamente nullo, svoltiamo verso la costa, accompagnati ancora da un sole caldo e rassicurante. La spiaggia di Tierra Dorada, sul litorale sabbioso di Mal Nombre, presenta un chioschetto con personale molto gentile per acquistare bibite e cibarie e offre, cosa abbastanza rara, una manciata di sdraio e ombrelloni a prezzo modico. Neanche il tempo di accomodarci e siamo rapiti da una coppia di Ibis sacri che stanno rovistando tra gli scogli alla ricerca di cibo. Animali splendidi, non perdo l’occasione di immortalarli con il teleobiettivo e, fortunatamente, riesco a ritrarre anche la preda !

ibis sacro fuerteventura

L’ambiente è, manco a dirlo, splendido. Il colore turchese del mare contrasta con l’interno aspro e marrone-arancio. A dividere questi 2 ambienti diametralmente opposti un lembo di sabbia chiara e con venature nere date dall’erosione di rocce vulcaniche.

tierra dorada fuerteventura

La mattinata trascorre all’insegna del relax, tra lettura e bagni rinfrescanti. Nel pomeriggio decido di inforcare le ciabatte ed “esplorare” la collina che sovrasta la spiaggia. Riesco ad avvicinare una pispola di Berthelot, abbastanza mimetizzata nella vegetazione locale.

pispola di berthelot fuerteventura

Il panorama, con la luce che va via via calando e riscaldando i colori è ancora una volta suggestivo. Una pietra crepata e baciata dal sole si presta a pennello per incorniciare un altro paesaggio.

tierra dorada fuerteventura

Prima di ripartire verso Jandia c’è tempo per un ultimo bagno e uno scatto a questa playa che ricorderemo con rimpianto durante l’inverno toscano !

tierra dorada tramonto fuerteventura

Per finire ancora la gallery della giornata:

This entry was posted on giovedì, dicembre 15th, 2011 at 23:10 and is filed under 2011 Canarie, Gallerie, Viaggi. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

2 Responses to “Tierra Dorada: Selvaggia Fuerteventura”

  1. Gianni ha detto:

    Ciao Ale & Fede, abbiamo letto la vostra pubblicazione e visto le vostre foto. Sabato 14 gennaio 2012 partiremo per due settimane di Fuerteventura, alloggeremo a Costa Calma. Pensiamo di rovistare l’isola in lungo ed il largo e che la playa di Mal Nombre sarà una delle nostre mete preferite, con possiblità di replica. E’ il genere di spiaggia che adoriamo. Grazie per la vostra consapevole, anche se involontaria imbeccata. Aldo e Gianni.

  2. admin ha detto:

    Grazie a voi per la visita e buona vacanza !

Lascia un commento