Segui aleefedeit su Twitter

Nel Parco dell’Orecchiella con un vecchio 50mm

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Articolo letto 4708 volta/e


Nel Parco dell’Orecchiella con un vecchio 50mm

Finalmente ci siamo ritagliati un paio di weekend da passare in montagna in questa calda estate 2012. Ne ho approfittato per provare un esercizio consigliato a molti fotografi, ovvero provare a fare un uscita con una sola ottica a focale fissa in modo da “ragionare” sull’inquadratura con questo parametro fisso.

50mm OM mirrorless

Per rendere più “pepata” questa sfida ho scelto un’ottica particolare: un economico, vecchio e affascinante 50mm OM, acquistato un paio d’anni fa usato per una quarantina di euro. Ottica completamente manuale, con ghiera meccanica dei diaframmi e messa a fuoco sempre manuale, ma questo non è un problema particolare sulle moderne mirrorless.

La scelta, per questa escursione, è ricaduta sul sentiero Airone N° 3 nel Parco dell’Orecchiella. Inizialmente avevamo pensato di effettuare l’itinerario, come consigliato, in 2 giorni, ma vuoi perchè il Rifugio Bargetana era al completo, vuoi per il fatto che siamo andati abbastanza forte, abbiamo terminato l’anello in una sola giornata, impiegando un totale di 10 ore per percorrere i 30 km necessari.

orecchiella sentiero airone 3

Il sentiero inizia inoltrandosi in una fitta faggeta, risalendo la Riserva di Lamarossa. Il bosco, in questa torrida estate 2012, è veramente secco, ma è comunque piacevole immergersi nella fitta ombra arborea.

faggeta lamarossa orecchiella

Si inizia a prendere quota, fino a sbucare sulle ampie praterie di mirtilli di alta quota, in direzione Bocca di Scala. Purtroppo la giornata, almeno inizialmente, è caratterizzata da un clima piuttosto grigio, con innocui nuvoloni grigi e un vento costante: questo impedisce di apprezzare appieno il panorama magnifico dell’alto appennino toscoemiliano.

orecchiella sentiero airone 3

Sul crinale ci si ricongiunge al classico sentiero di ascesa di Monte Prado proveniente dal Casone di Profecchia, percorso già tante volte in questi anni. Arriviamo in vetta in un tempo inaspettatamente breve e, dopo una breve sosta per rifocillarci, iniziamo la discesa verso il bel Laghetto Bargetana.

lago bargetana orecchiella

Riprendiamo il cammino verso il Rifugio Bargetana, poco distante: qui scopriamo che la struttura è al completo, evento più unico che raro, e decidiamo quindi di dirigerci verso il Rifugio La Foce, naturale alternativa lungo l’anello. Lungo il percorso il cielo si apre decisamente lasciandoci godere un bel sole e gradevoli scorci sul Monte Cusna.

monte cusna appennino

Al Rifugio La Foce scambiamo due chiacchiere con il gestore, consumiamo una fetta di torta e 2 caffè e, visto che mancano solo 3 ore a completare l’anello e visto che le giornate in questa stagione sono molto lunghe, decidiamo di rimetterci gli zaini in spalla e dirigerci verso la macchina.

sentiero airone 3 orecchiella

Alle ore 20, stanchi ma soddisfatti, ci togliamo finalmente i pesanti scarponi per calzare delle comode ciabatte. Vista l’ora e la stanchezza ci regaliamo una mezza pensione al mitico albergo del Casone di Profecchia prima di tornare, il mattino seguente, a casa.

Qui sotto la galleria:

Lascia un commento